TECH | Vuoi provare Routerhino?

01 marzo 2018

In Microsoft House abbiamo presentato Routerhino a blogger e giornalisti dei settori mum e tech.

Un innovativo router Wi-Fi per proteggere le famiglie dai contenuti su Internet non adatti ai bambini, concentrando l’azione di filtraggio sulla rete domestica invece che sui singoli dispositivi. È quanto proposto con Routerhino dalla start-up tecnologica CFBOX srl di Desenzano del Garda, che ha presentato il progetto alla Microsoft House di Milano in occasione del lancio ufficiale sul mercato. Il dispositivo, dalla fruizione semplice, intuitiva e personalizzabile per i genitori, si affaccia come novità nel mondo della tecnologia domestica ed è creato per proteggere bambini di età compresa tra i 2 e i 12 anni, attraverso un sistema che si auto-aggiorna quotidianamente per filtrare contenuti inadatti o indesiderati.

“Routerhino nasce per rispondere alla crescente necessità di salvaguardare la navigazione dei bambini. Anche se affiancati da un adulto, possono incappare in immagini o video dai contenuti inadatti. Il dispositivo, creando una nuova Wi-Fi, agisce bloccando l’accesso a siti dai contenuti pericolosi come pornografia, social network, chat, motori di ricerca, e-commerce o altro. Inoltre filtra anche i risultati delle singole ricerche sui principali motori” spiegano i fondatori di CFBOX Marco Gallina e Stefano Caminaghi.

Routerhino

Routherino

“Nella visione di Microsoft il Cloud Computing deve essere intelligente e inclusivo. Siamo orgogliosi di aver collaborato con CFBOX. Grazie alla nostra piattaforma cloud Azure, abbiamo sviluppato un progetto che intende incoraggiare l’accesso al digitale da parte dei più piccoli garantendo una navigazione sicura. In uno scenario in cui le minacce informatiche raggiungono livelli senza precedenti, è fondamentale puntare sulla cybersecurity. Non bisogna negare ai bambini le prime esperienze digitali, ma farsi carico della loro sicurezza. Non si può prescindere da un’opportuna cultura digitale e da strumenti tecnologici ad hoc” ha dichiarato Microsoft.