Il Giornalismo, dalla stampa ai social network

19 giugno 2019

Sono stata coinvolta come docente all’interno del Corso in “Digital Communication & Social Media Strategy” al Liceo Frisi di Monza. Si tratta di un percorso di specializzazione per ragazzi under 30 composto da 520h di lezioni in aula e 480h di stage in azienda. In particolare ho raccontato ai ragazzi la mia esperienza, illustrato loro il panorama odierno di stampa e giornalismo e ho fatto svolgere un’esercitazione pratica sulla stesura di articoli.

La mia lezione, nello specifico, è durata 8 ore, divise in due giornate, nel corso delle quali abbiamo parlato di giornalismo e social media. Al termine di quest’esperienza, i ragazzi sono stati chiamati a redigere un articolo di giornale e, poi, a declinarlo in post per i social netweek ritenuti più indicati in funzione della notizia.

Il giornalismo non esiste più! Questa è stata la nostra premessa perchè oggi sono cambiati  i linguaggi, così come il mestiere. Di fronte a questo panorama, nascono nuove opportunità, ma anche altrettanti rischi, pertanto la capacità di specializzarsi diventa premiante.

Come nasce un articolo? Questa è una delle domande che ci siamo posti. C’è un articolo, se c’è una notizia.  E come riconosciamo una notizia? Qual è il grado di notiziabilità di un fatto? Possiamo infrangere le regole, ma non possiamo dimenticare le basi di un buon giornalismo che vedi nelle 5 W (who, where, when, what, why) le risposte che dobbiamo dare ai nostri lettori.

Le parti che formano un articolo si modificano a seconda che si tratti di un cartaceo, un on line, un blog o un
social. Un articolo ha più vite, tante quanti sono le piattaforme sulle quali desideriamo pubblicarlo. Ricordiamoci però che non dobbiamo scrivere sempre e tutto su ogni canale. Alcuni dettagli potrebbero non servire, altri invece potrebbe diventare uno spunto per approfondimenti o dibattiti.

Questi discorsi ci hanno permesso di riflettere su che cosa i social network e su come si sviluppano: come lavorano e
come costruiscono le notizie, quali poteri hanno, quanto valore hanno like e condivisioni?

Prima di dare il via alle esercitazioni, e ai voti dell’elaborato finale, abbiamo esaminato la figura del giornalismo e anche il ruolo dell’ufficio stampa. Oggi un buon giornalista è anche pr di se stesso!

Grazie ai ragazzi, è stata una bellissima esperienza anche per me!